26 Maggio 2022

MonterosiTusciaFC

Official Web site

L’IGNOTA ORIGINE DEL MENTO

La lingua e’ strana e ti costringe ad accettare significati a dir poco paradossali che una volta inseriti nella “testa” non ci si fa più caso.
Non ci credete?
Ebbene, cominciamo.
Avevate notato quanto sia importante il “mento”?
Dunque, com’è il vostro porta-mento?
Sempre che abbiate fatto in tempo a preparare una testa-mento!
Perché bisogna stare attenti al comporta-mento, è la prima cosa.
E se per disgrazia inciampate e vi procurate uno stira-mento mentre stirate? Non è paradossale?
Ma io dico, se il trauma è al polpaccio non bisognerebbe forse dire: ho subito uno stira-polpaccio?
Se poi una brava e bella fisioterapista vi farà un massaggio è ovvio che le manifesterete un compli-mento!
Certo, l’idillio potrebbe essere rovinato dal fracasso di un reggi-mento che sta partendo per la guerra e ce li vedete tutti quei soldati che impettiti si reggono il mento?
È naturale che dopo tanta fatica siano tutti propensi al godi-mento!
Anche se a qualcuno non mancherà un risenti-mento!
Non posso negare, a questo punto, che il sospetto (notare: sos-petto!) che la nostra lingua sia il regalo impertinente di un alieno burlone non sia cosa da prendere alla leggera.
E qualcuno dirà, come sempre, che non ho ris-petto!
Forse è meglio che mangio un bisc-otto laonde evitare un compl-otto.
La lista di queste follie del linguaggio e’ lunghissima, fateci caso da soli.
Così, magari, quando state per litigare con qualcuno che vi ha fatto un dis-petto non lo prenderete più di petto!
Vorrei concludere questa breve disanima svelandovi una relazione profonda e insospettabile fra due parti del corpo.
La prima è l’occhio, la seconda il gin-occhio, mi dite voi qual è il rapporto?
Forse il secondo si ubriaca costantemente con il gin?
Magari per questo è soggetto ad una infinita’ di traumi!
Non so se ci sia da meditare su tutto ciò, per cui vi saluto cari amici non senza aver preso una camo-milla laonde evitare un esauri-mento!
Pensierino del mattino: e se fossimo intrappolati in una play-station?
Separ-ati.
Mal-ati.
And-ati?
Ah, il potere dell’ “Ati”!

Luciano Capponi
Project Adviser No Fair No Play
Presidente Etico Nuova Monterosi

Print Friendly, PDF & Email

Articolo visto 1.684 views