2 Luglio 2022

MonterosiTusciaFC

Official Web site

La diversità dell’uguale

La legge è uguale per tutti è la più grande menzogna inventata dalla razza umana, sorta di bipede fuori controllo che imperversa sul pianeta tra inquisizioni, sensi di colpa, guerre di religioni e abusi d’ufficio, guerre ed odio per ogni diversità camuffate da buonismo elettorale, supermercati che vendono veleni legali.

Ci vuole ben altro e questo non l’ha mai capito nessuno.

Né il marxismo, né la democrazia, figuriamoci il capitalismo o i vertici del calcio in compagnia degli arbitri, né i genitori urlanti e famelici di vittorie anche condite con il sangue dell’avversario, non importa la sua età.

Ne vogliamo parlare?

Allora allontaniamoci un po’, diciamo con un’astronave ed osserviamo il “pianeta azzurro” senza essere coinvolti emotivamente, in un silenzio totale, quasi assenti, per essere presenti.

E vedremo meglio, questo è sicuro, gli articoli della costituzione sulla sacralità individuale disintegrati, la povertà esplodere sotto il peso di tangenti (non tasse!) inusitate, la politica regno della corruzione e falsità: vogliamo allora parlare del goal – non goal in mezzo a questa selva di violenze reiterate?

Che volete che sia? Un goal non goal negli occhi dei bambini industrializzati, massificati, essiccati, doloranti, imploranti giustizia?

Non c’è confronto, vince sempre la politica.

E l’inquinamento del pianeta nelle braccia della dea Kalì? A cui ovviamente non frega niente e la chiamiamo Kalì perché ha tante braccia e tanti nomi che a farli tutti non si può.

E dall’altra parte un rigore inesistente dato e un altro sacrosanto negato e poi, chissà perché, quasi sempre alle stesse squadre che vincono, una volta l’una e una volta l’altra, dopo necessari accordi economici.

Come può questo competere con la deflagrante decadenza dell’intero pianeta?

E qui l’astronave ha un sussulto e comincia a scendere di nuovo e nuovamente nella testa parole, pettegolezzi, drammi, guerre, ingiustizie e mentre stranamente atterra in Piazza S. Pietro a Roma, l’ultimo pensiero lucido si dilegua, disintegrato dall’oblio inesorabile di questo pianeta che ha sconfitto razze straordinarie come gli Atlantidei o gli Egizi e che, alla fine, si facevano guerra e si estinguevano.

E il pensiero era: “Forse non c’è alcuna differenza fra un goal, un coito o un’ingiustizia, come l’assenza della moviola o la strage degli innocenti…”

Ma era davvero troppo ardito per sopportarlo.

Il Presidente Etico ASD Real Monterosi – No Fair No Play

Luciano Capponi

Print Friendly, PDF & Email

Articolo visto 714 views