Dopo il congedo da mister Ferazzoli il Monterosi Fc si avvicina alla prima di mister Stefano Cerbella in serie D. Al Martoni arriva l’Aprilia, formazione piena di giovani ma da prendere comunque con le molle. Ai biancorossi servono a tutti i costi tre punti per invertire la rotta dopo la batosta di Albano.
Col presidente Luciano Capponi abbiamo fatto il punto della situazione per capire più da vicino come è andata la settimana alle direttive del nuovo allenatore.
Presidente Capponi, mister Cerbella non è una scommessa. Lo possiamo confermare?
“No, è una scelta precisa della società che si ispira a codici etici invalicabili. Proporre un allenatore della scuola calcio per la prima squadra è l’attestazione di queste affermazioni”.

Il nuovo tecnico ha l’appoggio del gruppo?
“Mister Cerbella è un tecnico con trent’anni d’esperienza ma specialmente è un padre di famiglia. Ed è quello che serviva alla squadra in questo momento”.

Quanto cambierà il Monterosi rispetto a quello delle prime quattro giornate di campionato?
“Cambierà nel rispetto di una presenza più massiccia dei giovani ed anche in alcuni interpreti”.

Domenica l’Aprilia che sembra un ostacolo non insormontabile. Ma nulla, soprattutto adesso, è sottovalutabile.
“Col nuovo tecnico abbiamo visionato le partite dell’Aprilia. La sconfitta con l’Atletico di misura è stata casuale per una indecisione del portiere. Ma ogni campionato insegna che non esistono partite facili. Concentrazione massima e dritti all’obiettivo”.
Per quanto riguarda le notizie più dirette dal campo, si svuota l’infermeria. Tornano a disposizione sia Morbidelli che Palumbo. Arbitra Salvatore Morabito di Taurianova.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento