26 Gennaio 2022

MonterosiTusciaFC

Official Web site

Matteo Gasperini, da difensore a goleador: Sono contento per i tre punti

Tre gol in due partite e sei punti per la Nuova Monterosi. Sembra quasi che Fanasca gli abbia passato il testimone per un paio di settimana. Matteo Gasperini però di mestiere fa il difensore. Poco importa però se alla fine i biancorossi sono in testa alla classifica con quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici. Nativo di S.Oreste e dopo tantianni di esperienza in categoria superiore tra Latina, Cisco Roma, Viterbese, Flaminia ed altri club, il ‘Gasp’ è protagonista anche in Eccellenza con la maglia della Nuova Monterosi

Gasp uguale goleador. Vuoi cambiare ruolo?
“Goleador è esagerato. In allenamento abbiamo provato spesso questi schemi. Sono contento perché i due gol hanno portato alla vittoria. Sono felice perché non mi era mai capitato fare una doppietta. Non sono nemmeno uno che la butta dentro. Lo scorso anno alla Flaminia avevo segnato tre reti in tutta la stagione. Ora ci sono già arrivato”

Difficoltà per sbloccare la partita ieri?
“Di fronte a noi abbiamo trovato un Fregene giovane ma organizzato che sapeva chiudersi bene e ripartire. Di fronte a certo tipo di squadre non è mai facile. Siamo stati bravi a mantenere la calma fino alla fine. Ecco il motivo per cui l’abbiamo vinta”-

Quattro punti di vantaggio. Troppo presto per parlare di fuga?
“Senza dubbio. I campionati si vincono con le squadre di media-bassa classifica rispetto agli scontri diretti che sono di meno. Noi pensiamo al nostro campionato partita dopo partita. Siamo a più quattro ma manca ancora tanto. I conti si fanno alla fine”.

Ladispoli o Città di Fiumicino. Chi teme di più Gasperini?
“Sicuramente il Ladispoli è una squadra difficilissima da battere soprattutto in casa propria mentre il Città di Fiumicino è quella che magari sciolina il gioco migliore”.

L’arma in più di questa squadra?
“E’ stato bravo il mister a formare un gruppo ed un’ossatura ben solida. Lo dimostra il fatto che prendiamo pochi gol e quando siamo sotto riusciamo sempre a recuperare e vincere le partite. Complimenti a lui perché non è mai facile gestire un gruppo di tanti giocatori di spessore. Mi piace il modo in cui lavora negli allenamenti, cura molto i particolari. Molte partite le abbiamo sbloccate anche per quello, per esempio lavoriamo molto sui calci piazzati”

Con chi hai legato di più nello spogliatoio?
“Con Trippa, è il Gascoigne della situazione. E’ il prima che in campo lotta e dà l’anima ma anche il primo a scherzare nello spogliatoio. Impossibile non volergli bene”.

Quattro anni di Lega Pro tra Latina e Cisco, e poi serie D. C’è stacco con l’Eccellenza?
“Lo stacco si sente anche se è un campionato strano e particolare che presenta le sue difficoltà. Se vuoi stare sul pezzo bisogna essere al 100 per 100 altrimenti si rischiano brutte figure”.

Un pensierino al double ce lo fate?
“E’ bello vincere tutto, ormai ci siamo e ci proveremo. Mercoledì ce la vedremo a Colleferro”.

Print Friendly, PDF & Email

Articolo visto 735 views