Cari amici,
ma veramente non era chiaro il mio messaggio?
Così mi costringete all’angolo in una dimensione di assoluta solitudine!
Quello che ho detto era per dire quello che non si può dire cercando di dirlo senza dirlo!
Non ho mai pensato neanche per un attimo di andarmene, sarete costretti a sopportarmi!
Come dicono gli uomini veri:” Mi piego ma non mi spezzo!”.
Ma anche:” Barcollo ma non mollo!”.
Così sono stato chiaro?
Si procede con la medesima determinazione in qualunque luogo il “FATO” deciderà di scaraventarci.
Se C che C sia! E se D, Dannazione! Ma alla ricerca sempre della vittoria.
Una cosa è certa: non permetterò più alla mia squadra di arrivare seconda a un punto.
Ci stiamo lavorando.
Gioia e felicità a tutti.

Il Presidente
Luciano Capponi

Print Friendly

Lascia una risposta

Occorre aver fatto il login per inviare un commento